Skip to content
24 maggio 2011 / samara

Stupri come armi di guerra

Di nuovo, come in Bosnia, a pochi chilometri da noi, si consuma una nuova ondata di violenza sulle bambine e le donne in Libia. Sembra che le truppe di Gheddafi stiano sistematicamente violentando donne e bambine in Libia. Il 17 maggio la Corte Internazionale ha dichiarato che comincerà ad investigare sul tema per verificare se queste violenze siano riconducibili ad un piano organizzato.

Oggi è partita una denuncia da parte di BBC e CNN. Andrew Harding, giornalista della BBC, riporta le testimonianze di interviste fatte ai soldati del regime in mano ai ribelli di Misurata. La CNN, attraverso i suoi giornalisti: Sara Sidner e Amir Ahmed, mostra l’intervista ad una psicologa, Siham Sergewa, che avrebbe in mano 265 casi documentati di stupri. Terribile! Merita un’inchiesta della Corte Penale e qualche articolo anche sulla stampa italiana, non vi pare?

Samara

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: